Palma Campania, il Gruppo Archeologico Terra di Palma riprende le sue attività


(articolo pubblicato sul periodico on line www.sciscianonotizie.it il 21 giugno 2020)

di Angela Sorrentino

Palma Campania, 21 Giugno ­- Dal 19 al 21 giugno si  sono svolte le Giornate europee dell’archeologia, organizzate e promosse dall’Istituto nazionale francese di ricerca archeologica preventiva (INRAP – Institut National de Recherches Archéologiques Préventives), sotto l’egida del Ministero della Cultura francese. Apertura di siti, ricostruzioni in 3D, documentari, visite virtuali ed eventi hanno consentito al pubblico di molte località europee di fruire, dopo i mesi di lockdown, dei luoghi della cultura che raccontano il passato ed affascinano con evidenze materiali, storie e leggende.

Per l’occasione, il Gruppo Archeologico Terra di Palma, nel rispetto delle norme che regolano la vita sociale di questo periodo, ha aperto il Continua a leggere “Palma Campania, il Gruppo Archeologico Terra di Palma riprende le sue attività”

Palma Campania, Gruppo Archeologico “Terra di Palma”: un blog per il territorio


(stralcio dell’articolo pubblicato nel periodico on-line Scisciano notizie il 02 gennaio 2020)

di Angela Sorrentino

Palma Campania, 2 Gennaio – Un blog, da web-log, diario in rete è uno strumento moderno ed efficace per trasmettere pensieri, opinioni e idee, per divulgare intenti e progetti. Di questo è consapevole un’associazione culturale che già da molti anni e con certosina pazienza edita il proprio diario online, il Gruppo Archeologico Terra di Palma, guidato dall’ing. Luigi Sorrentino. Il sito è un esempio di Continua a leggere “Palma Campania, Gruppo Archeologico “Terra di Palma”: un blog per il territorio”

Palma Campania, giornata conclusiva dell’evento “Mangiatoia & Mangiatoria” con Antonio Marotta Ensemble


(articolo pubblicato nel periodico on-line Scisciano notizie il 13 dicembre 2019)

di Adelina Mauro

Palma Campania, 13 Dicembre – Eccolo di nuovo, Antonio Marotta Ensemble, domenica 15 dicembre alle ore 19,00 al Teatro Comunale di Palma Campania, dopo il grande successo del concerto “I suoni della memoria” di alcune settimane fa, dedicato alla sua amica scomparsa, professoressa Marilena Nappi.

Per la giornata conclusiva dell’evento Mangiatoia & Mangiatoria, l’affascinante viaggio alla scoperta dei prodotti tipici della regione Campania attraverso il Presepe Napoletano, al Palazzo Comunale di via Municipio, Marotta in concerto arricchirà la serata, a ritmo di tamburi. Uno spettacolo di largo consenso con il patrocinio del comune di Palma Campania, sindaco Nello Donnarumma, assessore alla Cultura Elvira Franzese e assessore Attività Produttive Luigi Albano.

Il talento di Antonio Marotta, cantautore palmese, si verserà nel repertorio incentrato sul tema della rinascita, dal tono tribale, sottolineando così il senso arcaico del Natale.

Marotta eseguirà per l’occasione brani di invocazione di sua composizione e tradizionali antichi, riveduti, come “Madonna della Grazia”, “Jètte all’inferno”,   canti di morte e resurrezione, ancora, canti di  fonte orale che Marotta ha raccolto  con registrazione sul campo, da anziani della nostra Terra.

Lo spettacolo si incentrerà su una musica ancestrale che fonde elementi dell’oralità con il sound elettro-acustico. Alle divagazioni frizzanti che fuoriescono dai tamburi fatti a mano da Marotta si accompagneranno i suoni delicati del violino della musicoterapeuta Alessandra Ruggiero, insieme all’esperienza di professionisti provenienti da mondi musicali differenti, il maestro mandolinista / liutaio Mario Vorraro, il contrabbassista Valerio Mola e il batterista Francesco Pandico. La performance, in collaborazione col Gruppo Archeologico Terra di Palma, con le lettrici Luisana Basilicata, Simona Nunziata e Fabiola Sorrentino, in rappresentanza dei giovani del Servizio Civile dell’Associazione, avrà tre momenti di lettura, dal testo “Tota Pulchra”, scritto dalla professoressa Marilena Nappi.

L’ensamble sarà supportato dalla preziosa squadra tecnica composta da fonici, fotografi e tecnici/ luciai: Giovanni Colace, Mario Stampati ed Agostino Finetti. Mediapartner Ecosuoni.


Nella foto in apertura di questo post: La locandina ufficiale dell’evento.

Palma Campania, “I Suoni della Memoria”: al via il concerto di Antonio Marotta


(dell’articolo pubblicato nel periodico on-line Scisciano notizie il 27 novembre 2019)

di Adelina Mauro

Palma Campania, 27 Novembre – Il Gruppo archeologico Terra di Palma con il patrocinio morale del Comune di Palma Campania presenta “I Suoni della Memoria”, il 30 novembre 2019 al Teatro Comunale di Palma Campania Via Municipio,72, alle ore 19,00.

“I Suoni della Memoria”, un concerto di Antonio Marotta, cantautore di LuciGnolo, ultimo suo lavoro in essere “tribale,” lo dedica alla sua amica Marilena Nappi, una valente studiosa di storia locale, recentemente scomparsa.  L’Ensamble Live, con l’organico dal sound elettrofolk avrà la partecipazione del rapper ShaOne.

L’organico sarà così composto: Antonio Marotta alla voce-chitarra elettrica e tamburi a cornice di sua produzione; Mario Vorraro musicista/liutaio: mandolino e chitarra battente (strumenti di sua produzione); Alessandra Ruggiero al violino e percussioni; Valerio Mola al contrabbasso; Salvatore Rainone alla batteria & percussioni.

“Con la perdita di Marilena– dice l’artista Marotta – non ho perso soltanto un’amica ma un riferimento culturale, per me importante. Sono queste le persone, come Marilena, che danno lustro ai luoghi; quelle che si impegnano e credono in ciò che fanno. Palma Campania, il paese dove sono cresciuto, è stato ed è ancora un serbatoio di cultura e tradizioni, ma chi la conosce veramente? Le persone come Marilena dedicano il loro impegno alla salvaguardia dei beni culturali, perché è la storia che ci racconta “chi siamo stati”. Affondare le mani nelle proprie radici per guardare avanti: ecco la chiave. La persona di cultura non mitizza il passato per contrapporlo al presente prettamente per ammonire le nuove generazioni, ma ne utilizza il linguaggio per cercare di creare un ponte verso di esse, auspicando continuità. Su tali pensieri -continua-si è costruito il repertorio musicale della serata che parte dalle atmosfere tribali create dal tamburo, muovendosi attraverso il suono di violino, mandolino e contrabbasso per arrivare ai suoni taglienti di chitarra elettrica e batteria. Marilena è viva nel mio cuore, quante chiacchierate abbiamo speso.

Amava venire a trovare mia nonna e ascoltarla col suo dialetto e, tra gli aneddoti, discutevano della vita. Resta una persona fondamentale per me, che ha saputo farmi rialzare in alcuni momenti della vita poco piacevoli. A lei devo la bellezza del valore delle cose importanti trasmesse con naturalezza. La semplicità con cui comunicava la sua cultura era splendida, visibile a tutti, ma non sempre favorita. Mi sono portato dentro per mesi il progetto di questo evento, allora mi sono riappacificato quando ho concordato e messo a fuoco la realizzazione che andremo a svolgere a giorni. Anche Carmen Moccia, che condurrà lo spettacolo, è stata una mia scelta, ma sono certo che Marilena avrebbe approvato. Marilena sarebbe stata felice del mio concerto se avessi fatto in tempo a farlo.

E festa sia per Marilena Nappi, amata non solo dai soci dell’Associazione Terra di Palma, ma da tutti coloro che hanno avuto la gioia di conoscerla.

Il concerto sarà arricchito da momenti di lettura di brani tratti da alcune pubblicazioni di Marilena Nappi, quali, Le vie della memoria, Il bosco di Palma, La chiesa di Santa Maria de Arco tra passato e presente, ultimo lavoro in collaborazione con la dott.ssa Angela Sorrentino.

Letture di Antonio Fazio

Gabriella Maiello

Chiara Fusco

Anna D’Ursi

Michela Buonagura

Gianluca Montanino

Adelina Mauro

Hanno curato i filmati i giovani del servizio civile del Gruppo archeologico Terra di Palma.

Ha collaborato alla realizzazione dell’evento il prof. Giuseppe Sorrentino, figlio della prof.ssa Nappi.

Luigi Sorrentino, direttore del Gruppo Archeologico Terra di Palma, consorte della prof.ssa Marilena Nappi, concluderà la serata con la lettura di un contributo scritto, di Peluso Rosalia,  prof.ssa alla Facoltà di Filosofa presso  l’Università Federico II di Napoli, che ha a cuore il progetto della studiosa scomparsa, il “Parco letterario Vincenzo Russo”, con la speranza che possa presto interessare le persone preposte a realizzarlo.


Nella foto in apertura di questo post: Il cantautore Antonio Marotta e il musicista Valerio Mola nella foto che campeggia nella locandina ufficiale dell’evento.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: