Cerca

Gruppo Archeologico "Terra di Palma"

Associazione affiliata ai Gruppi Archeologici d'Italia e iscritta nel Registro del Volontariato con Decreto della Regione Campania n. 05648 del 20/04/1999.

Tag

Acquedotto romano del Serino

Pubblicato l’articolo sulla riqualifica dell’acquedotto romano di Palma Campania sulla rivista Nuova Archeologia


Sulla rivista Nuova Archeologia, anno XIV, n. 2, Luglio – Dicembre 2018 è stato pubblicato l’articolo di Maria Maddalena Nappi intitolato Riqualificata l’area dell’acquedotto romano di Palma Campania (NA) che fa il punto sulla conclusione del progetto Acquafelix approvato e cofinanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, con l’Avviso Giovani per la Valorizzazione dei Beni Pubblici. L’articolo è integrato da un trafiletto di Angela Sorrentino sull’apertura Continua a leggere “Pubblicato l’articolo sulla riqualifica dell’acquedotto romano di Palma Campania sulla rivista Nuova Archeologia”

Annunci

Eccellenze Campane tra Storia e Gusto


Autore: AA.VV.

Anno: 2017

Dimensioni: 21,0 x 29,5

Pagine: 14

Disponibilità/prezzo: contattare il Gruppo Archeologico Terra di Palma
Continua a leggere “Eccellenze Campane tra Storia e Gusto”

Giornate Nazionali di Archeologia Ritrovata 2018


La Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Napoli, il Comune di Palma Campania e il Gruppo Archeologico Terra di Palma

Sabato 13 e Domenica 14 Ottobre

nell’ambito delle Giornate Nazionali di Archeologia Ritrovata del 2018 organizzano Continua a leggere “Giornate Nazionali di Archeologia Ritrovata 2018”

La provenienza dell’acqua potabile nell’antica Pompei: un’ipotesi basata sull’analisi chimica dei residui calcarei degli impianti idrici


di

Saburo Matsui – Luigi Sorrentino – Satoshi Sakai – Yoshihisa Shimizu – Vincenza Iorio

(estratto, senza note e citazione, dell’articolo omonimo pubblicato in AA.VV., 2014, AdTeglanum, n.1,  l’arcael’arco edizioni, Domicella, pp. 7-16)

© Diritti riservati. Riproduzione parziale consentita previa citazione della fonte.

Tra la fine del secolo scorso e gli inizi di quello corrente il Japan Institute of Paleological Studies di Kyoto ha svolto alcune indagini lungo il tratto settentrionale della cinta muraria di Pompei, nell’area dove tradizionalmente era ubicata la c.d. Porta Capua (fig. 1).

Le indagini archeologiche hanno portato alla luce un lungo tratto della cinta urbana in opus quadratum ed una torre in opus incertum con gli spigoli in opus latericium.

Al di sotto del piano di calpestio della torre, lungo il suo lato orientale, durante la V Campagna di Scavo svoltasi tra il settembre del 1997 ed il gennaio del 1998, è venuto alla luce un canale in Continua a leggere “La provenienza dell’acqua potabile nell’antica Pompei: un’ipotesi basata sull’analisi chimica dei residui calcarei degli impianti idrici”

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: